Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Notes to Self’ Category

In monday’s post I mentioned my need to set goals. In the last years I learnt something about myself: my head is a mess (believe it or not, it CAN be positive). I can’t rest, my mind is always working or thinking about something to do, something to say, something I should have said… Actually I love this side of my personality, I’m curious, I’m “multitasking” and I never get bored, but sometimes…i get confused and make the biggest messes!

Nel post di ieri ho parlato del mio bisogno di fissare degli obiettivi. Negli ultimi anni ho imparato qualcosa su me stessa: la mia testa è un casino (e che ci crediate o no può essere una cosa positiva). Non sono capace di riposare e la mia testa è sempre al lavoro, pensando a qualcosa di nuovo da fare, qualcosa da dire o che avrei dovuto dire… Per la verità io amo questo lato del mio carattere, sono curiosa, “multitasking” e non mi annoio mai, ma ogni tanto…mi confondo e combino dei gran casini!

I want to put out a challenge on me: 10 goals (5 blog-related and 5 life related) to reach before the end of the year, from semptember to december.

Voglio sfidarmi: 10 obiettivi (5 per il blog e 5 per la vita) da raggiungere entro la fine dell’anno, da settembre a dicembre.

5 blog related-goals:

1. at least “a picture an hour” post per month                       

1. almeno un “a picture an hour” post al mese

2. set a photoboot per month                                                      

2. un set fotografico al mese

3. learn something new on photoshop every month          

3. imparare qualcosa di nuovo su photoshop ogni mese

4. post holiday photos ‘till the end of semptember            

4. postare le foto delle vacanze entro la fine di settembre

5. write at least two posts per week

5. scrivere almeno due post a settimana

5 life-related goals:

1. try two new (ecological) recipes per month

1. provare almeno due ricette (ecologiche) al mese

2. write everything on my agenda (and read it)

2. scrivere tutto sull’agenda (e leggerla)

3. schedule the entire week on monday (as much as possible)

3. organizzare l’intera settimana già da lunedì (per quanto possibile)

4. give myself a just-for-me time everyday

4. dedicarmi ogni giorno un po’ di tempo solo per me

5. don’t forget my boundaries

5. non dimenticare i miei limiti

That said…I wish you all a beautiful (end of) summer. As you probably know, my Mr. and I are setting off on holiday, USA are waiting for us and so we are! You can find our journal here.

Detto questo…auguro a tutti voi una magnifica (fine di) estate. Come probabilmente già sapete, io e Mr. Rega partiremo per le vacanze, gli USA ci stanno aspettando ed anche noi! Potete trovare il nostro diario di viaggio qui.

Ci vediamo a settembre!

Read Full Post »

Chi mi segue su twitter già lo sa, che oggi non è stata una gran giornata. Per la verità non è un gran periodo! La tesi è ad un punto morto. Mi sono bloccata e non riesco a disincastrarmi e dall’altra parte non ho più voglia di impegnarmi in una cosa che di fatto non so se servirà davvero in futuro.

Sono felicissima di aver studiato quello che ho studiato e aver continuato con i percorso magistrale; sono felice di aver iniziato a lavorare nonostante tutti i sacrifici che ha comportato e comporta tutt’ora; sono felice di aver imparato ad organizzarmi e tenere insieme tante sfide nella mia vita, ma è inevitabile che io mi chieda se con tutto quello che ho imparato (soprattutto dall’esperienza) mi serva davvero quel dannato pezzettino di carta con un voto stampigliato.

Ultimamente ho trovato “la mia strada”, mi piace il lavoro che faccio, come lo faccio, mi piacciono le prospettive che mi stanno proponendo e adoro le persone con cui condivido così tanto tempo nella mia vita. Ho scoperto di saper fare delle cose: lavorare all’uncinetto, cucire, ridare nuova vita a vecchie cose. Con Luca stiamo cercando casa e non vediamo l’ora di poter finalmente costruire qualcosa di nuovo e tutto nostro insieme, ma per farlo ci vuole tempo e ci vuole testa; ed io per tutte queste cose la testa ce l’ho.

E’ come se fossi già passata oltre il mio essere studentessa. Il ragionamento suona un po’ presuntuoso e intanto hos critto questo post in una pausa dallo studio.

Testolina mia, fatti comprendere!!

Read Full Post »

Notes to self

Per la terza volta in poco più di un mese, costretta a casa con l’influenza, inizio a farmi delle domande…
Mi sono sempre vantata della mia salute di ferro, ma quest’anno mi sta tradendo.
Do la “colpa” al fatto che quest’ultimo è sicuramente stato un mese impegnativo: parecchi straordinari, la rinuncia a laurearmi ad aprile, l’ultimo esame…
Per un bel periodo ho ridotto al minimo i miei impegni perché avevo bisogno di ritirarmi su, ma io lo so che per sopravvivere ho bisogno dell’agenda piena e di un milione di cose a cui pensare! Sono fatta così! Le cose semplici non mi piacciono, o meglio, un po’ mi annoiano! Per me stare una giornata a casa senza avere niente da fare mi stressa, non mi rilassa.

E’ arrivato il momento di fare una lista di cose che potrei fare in questo finale di giornata:

– vedere una puntata di Mad Men

– fare un dolce

– finire il cuscino che ho iniziato al corso di cucito (non ho ancora scritto del corso di cucito…)

– finire il porta gioie all’uncinetto

– fare merenda con latte e biscotti come quando ero piccola

Beh, ninte male come programma!! L’ho sempre detto che scrivere un blog è terapeutico!

A presto, corro in cucina! 😉

Read Full Post »

Solidarietà

Il giorno dopo la manifestazione in supporto ai 3 ragazzi che, da due settimane, stanno sulla torre di via Imbonati, volevo esprimere loro tutta la mia solidarietà ed il mio supporto (anche se da lontano).

Le parole di De Corato esprimono in pieno i sentimenti che animano i nostri politici verso chi è diverso, verso chi è debole. Creare delle categorie di cittadini i cui diritti non sono chiari e posso essere facilmente (ed impunemente) calpestati è ormai la modalità standard per permettere ai più ricchi di continuare a preservare il proprio potere.

I giovani precari, i migranti iregolari, le donne in gravidanza… Potrei continuare con gli esempi ma il punto rimane lo stesso: trasformare quella che una volta era la lotta di classe in una guerra tra disperati.

Read Full Post »

Un viaggio inizia mentre fai la valigia.

Cerco di improvvisarmi meteorologa, nel tentativo di non sbagliare sui maglioni, faccio il conti di calze e mutande (sempre un paio in più, che non si sa mai), raduno biglietti, mappe, indirizzi, indicazioni… Risottolineo per l’ennesima volta le pagine martoriate della guida, vago per casa bombardandomi a mezza voce di domande, le risposte corrispondono esattamente a ciò che ho già ripiegato in valigia senza mai menzionare quello che mi sto dimenticando.

Solo alla fine realizzo che poi starò via solo un paio di giorni, ma che importa! Ogni viaggio per e è un’avventura. Domani respirerò un’altra aria, vedrò altre luci e parlerò un’altra lingua. Niente al mondo può essere comparato alle sensazioni della partenza.

Listen

Read Full Post »

Una frase che mi ha molto colpito, questa. Perché io non so fingere. Se sono così, sono così sempre. Non pretendo di essere assolutamente giusta o migliore di altri, ma io non me la so costruire quella maschera “assertiva” di cui parlano i professoroni. E non me la voglio nemmeno costruire, se devo essere sincera.

Quello che sento trapela dai miei sguardi, dalle parole e dai toni che uso. Se sono arrabiata, felice, delusa te lo dico. E se non sono in sintonia con le realtà che vedo, non me lo so far scivolare addosso, in un  modo o nell’altro devo dimostrare il mio risentimento, non mi potrei guardare allo specchio altrimenti.

Che fatica doversi sempre impegnare a construire il superpersonaggioinfallibile. E che fatica sprecata!

Che poi si scopre subito che sei falso come i soldi di cioccolata, perché in certi contesti è impossibile non pronunciare mai quella parola di troppo che tradisce la grande menzogna della ricerca della perfezione. E alla fine perdi di credibilità.

Probabilmente cambierò idea, chi lo sa… Però adesso non me la sento di scendere a compromessi, se devo fare una cosa, anche malvolentieri, la devo fare secondo le mie regole.

Perfettamentefallibile, mi piace essere così.

Read Full Post »

Parole, parole, parole...

Parole, parole, parole…
Lette, scritte, sussurrate, cancellate, disegnate, urlate…
Incantevoli ritaglidi vita.

Read Full Post »

Older Posts »