Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Cinema’ Category

C’era qualcosa che mi impediva di alzarmi da quella poltrona: era l’orrore.
L’impossibilità di compredere quali inimmaginabili limiti il genere umano riesca a superare.
quando le luci si sono riaccese non c’era più realtà. Non c’era più finzione.
Sapevo che le due cose si erano fuse in un unico grido di sofferenza che riuscivo, distintamente, a sentire nelle mie orecchie.
E non mi lasciava in pace.
La cosa più irreale , in quel momento, era staccare gli occhi da quello schermo doloroso e ricominciare a vivere.
Ricominciare nella “normale” serenità che accompagna le nostre vite.
Qualche volta mi è sembrata noiosa questa serenità. Addirittura troppo pesante, quasi insostenibile.
E me ne vergogno.

Questo è quello che ho scritto di getto dopo aver visto “Valzer con Bashir”. Un poetico, meraviglioso.
L’espediente del fumetto rende “Valzer con Bashir” fruibile a molti.
Forse questa scelta è stata dettata dal desiderio di non scioccare il pubblico. Probabilmente non era intenzione del regista innescare polemiche; al contrario, Folman, narra una tragedia personale e internazionale con una delicatezza e una leggiadria ineguagliabili.
Dapprima con gli occhi ancora distaccati del diciannovenne che nel 1982 partì per il Libano, poi con la crescente consapevolezza che quello che ha vissuto, ha involontariamente aiutato a portare a compimento uno dei più orribili episodi di violenza degli ultimi decenni.
L’ingenuità, però non gli impedirà di sentire su di sé il dolore e l’orrore di ciò che stava succedendo sotto i suoi occhi.

I corsi e ricorsi della storia.

Una storia che si ripete e un Uomo che non impara mai dai suoi errori. PURTROPPO.

Read Full Post »

Caramel

Film molto bello. Tocca, con grande sensibilità, temi attuali, soprattutto dei moderni cambiamenti di alcuni paesi di cultura tradizionale. C’è la giovane “diversa” che si deve nascondere…ma non troppo. I rapporti prima del matrimoio che sono un’onta da cancellare a qualsiasi costo. Regole difficili da comprendere, ma che nonostante tutto bisogna accettare. La costante attrazione per il proibito. Gli errori in cui poi chi dovrebbe non paga mai.

Ma alla fine la solidarietà, l’amicizia e l’Amore. Filo conduttore importante e molto significativo, la bellezza delle donne. Delle loro lacrime e dei loro sorrisi, delle loro rinunce e dei loro piccoli (grandi) gesti. Un quotidiano che non è mai banale, perché una donna lo riesce a rendere speciale. Un film che non è rosa, come non lo sono le donne. Le donne sono d’oro, come il caramello. Come la bellezza preziosa che le unisce.

Read Full Post »

Caso Calmo

Premetto che Caos Calmo è il primo film con Nanni Moretti che vedo (mi ha sempre un po’ spaventato) e dato che non ne mai visto uno di Nanni Moretti non ho mezzi per paragonarlo.
Mi sono piegata alla legge del battage pubblicitario e sono andata al cinema.
In sostanza un bel film. Sincero, toccante e a tratti anche ironico; l’unica pecca in certi punti un po’ discontinuo, quasi inverosimile.

Stranamente intensi i rapporti che vanno creandosi in questo parco, rapporti fatti di normalità e lontani dal modo di essere dell’ambiente del protagnista. C’è un sottile velo di follia che accomuna tutti i protagonisit, anche quelli che non se ne accorgono. Proprio quelli che pensano di aver capito tutto in realtà non saranno mai in grado di capire.

Visto che è la moda del momento lasciate che anch’io dica la mia sulla famigerata scena di sesso di cui si è discusso tanto (e a sproposito…). E’ tamente ostentata che risulta quasi agghiacciante. Potrebbe non sembrare affatto necessaria ai fini della trama, ma per la “violenza” con cui si consuma sembrerebbe come una punizione morale nei confronti di colei che il protagonista considera come la colpevole della sua assenza nel momento della morte (accidentale?) della moglie.

In sostanza un film intenso e piacevole che affronta il tema della morte con grande delicatezza e umanità e sostenuto da una notevolissima colonna sonora.

A parte i complimenti per i grandi attori parte del cast, permettetemi un commento femminile nei confronti di Alessandro Gassman (il fratello instabile di Nanni Moretti) che non si capisce come diventi sempre più bello ogni anno che passa…

Read Full Post »