Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2009

“Le avversità assomigliano ad un forte vento, che non soltanto ci tiene lontano dai luoghi in cui altrimenti saremmo potuti andare, ma ci strappa anche di dosso tutto il superfluo cosicché in seguito ci vediamo come realmente siamo, e non come ci piacerebbe essere”

Arthur Golden – Memorie di una Geisha

Read Full Post »

Una lezione da imparare

IMG_1170ED

La maggior parte delle volte non è la luce piena che ti va vedere bene le forme delle cose.

E’ una delle tante regole della fotografia applicabile alla vita quotidiana.

E’ un pensiero prodotto dal mio cervello, cosa quasi incomprensibile data la mia incapacita di metterlo in pratica in tutta la sua semplicità.

Il mio grado di percezione della realtà è troppo spesso condizionato da un miscuglio deletereo di brutti presentimenti e angosce.

Se alcuni dei miei pensieri, ad una qualsiasi mente parrebbero insensati, ma che nella mia testa prendono una forma così reale che pregiudicano la mia capacità di vivere la mia vita serenamente.

Non si può continuare a vivere in luce piena, prendendo tutto di pancia;  questa luce che mi acceca, mi fa vedere ciò che è attorno a me attraverso il filtro distorsivo dei miei fantasmi e mi distrae dalla bellezza autentica di cui ogni essere umano è circondato.

E aspettare dunque, respirare e aspettare la luce autentica.

Listen

Read Full Post »

Sogno

Chiudo gli occhi e sono a Parigi.

In punta di piedi tra la Tour Eiffel, Mont Marte e le Rives de la Seine. Assorbita dalle mille luci della città più affascinante che io abbia mai visitato.

Di certo ho bisogno di staccare, forse di scappare, di respirare.

Chiudo gli occhi e giro come una trottola sulla giostra dei cavalli. Sono rapita da quei colori come una bambina, gli occhi spalancati.

Continuo a girare, presa da un liberatorio senso di vertigine. In attesa della mia personale zucca che mi porterà lontano, anche se già intravedo dove.

Epiciers, peintres, musiciens, vélos, bistrots…

Apro gli occhi e continuo a sognare. Così.

Read Full Post »

Mi irrita moltissimo dover sopportare su tutte le TV facce indignate per la vicenda dei rimborsi truffa del governo inglese.

Giusto perché qui in Italia queste cose non capitano… In effetti ai politici italiani bisogna dare atto di una cosa: quando truffano, truffano con stile e che cavolo! Mica i filmini porno per il marito, qualcuno da noi ci si porta direttamente le entraineuse a casa! Le cose o si fanno bene o non si fanno!

Ci vuole proprio una bella faccia tosta a far finta che qui non succeda niente quando nel resto del mondo certi comportamenti sono sanzionati come meriterebbero. Ultimamente i pettegolezzi sono stati tanti e vergognosi, probabilmente falsi e con il solo scopo di distruggere il Presidente del Consiglio. Ma ecco che pochi giorni dopo  esce un’altra inchiesta, questa volta saldamente fondata su dei dati.

Probabilmente anch questa volta finirà tutto sotto silenzio o con un “è la solita trovata della sinistra comunista per destabilizzare la democrazia”, me lo aspetto. E purtroppo non ho fiducia nel fatto che finalmente qualcuno insorgerà, e quel qualcuno non dobbiamo essere solo noi comuni mortali armati soltanto dei nostri ideali, ma individui che abbiano un peso nel nostro paese, qualcuno che abbia il coraggio di uscire allo scoperto per salvare, una volta per tutti la tanto questa troppo vanamente nominata democrazia.

Read Full Post »